Rishi Sunak indebolirà le normative cittadine nel segno post-Brexit per i donatori conservatori

Boris Johnson, Rishi Sunak și Priti Patel
Boris Johnson, Rishi Sunak și Priti Patel

Singapore-on-Thames: i donatori conservatori e i vacanzieri hanno sostenuto a lungo un regime normativo più leggero per i servizi finanziari del Regno Unito. Londra in una Singapore-on-Thames post-Brexit, spinto da donatori conservatori.

Il cancelliere introduce un nuovo disegno di legge sui servizi finanziari e sui mercati nell’ambito del discorso della regina volto a “ridurre la burocrazia nel settore finanziario”, sostituirlo con uno specifico per il Regno Unito, stimola l’economia.

I donatori conservatori e festivi chiedono da tempo il passaggio a un regime normativo più leggero, a volte indicato come il modello Singapore-on-Thames.

Sunak ha affermato all’inizio di quest’anno che la Brexit avrebbe portato a un “big bang 2.0” in riferimento al periodo di deregolamentazione dei servizi finanziari negli anni ’80, che è stato successivamente accusato di aver aperto la strada al crollo finanziario del 2008.

La descrizione del disegno di legge non entra nel dettaglio degli elementi normativi che saranno abbandonati o modificati, ma cita la riforma delle regole del mercato dei capitali del Regno Unito “per promuovere gli investimenti”.

Questo sembra essere in gioco nella MIFID II, la rigida regolamentazione introdotta dall’UE dopo il crollo del 2008 per migliorare i mercati.

Il governo afferma che la rimozione delle restrizioni al commercio all’ingrosso andrà a beneficio di circa 3.200 società di investimento britanniche “a cui attualmente viene impedito di ottenere il prezzo migliore per gli investitori”.

I ministri stanno inoltre valutando la regolamentazione Solvency II del settore assicurativo del Regno Unito, che potrebbe mirare a liberare gli investimenti riducendo le riserve di capitale e il valore del rischio per assicurazioni e fondi pensione.

La legislazione è anche progettata per facilitare un maggiore scambio di criptovalute, che le autorità di regolamentazione hanno avvertito dovrebbero essere rigorosamente controllate per evitare che le persone perdano i propri risparmi.

In un’altra mossa di deregolamentazione, Sunak intende aggiornare gli obiettivi delle autorità di regolamentazione dei servizi finanziari – la Prudential Regulatory Authority e la Financial Conduct Authority – per “assicurare una maggiore attenzione alla crescita e alla competitività internazionale”.

I loro obiettivi attuali sono proteggere e migliorare l’integrità del sistema finanziario del Regno Unito, nonché promuovere la concorrenza nell’interesse dei consumatori, piuttosto che dell’economia nel suo insieme.

Un altro elemento del disegno di legge sarà l’introduzione di tutele aggiuntive per chi investe in prodotti finanziari per renderlo più sicuro e per supportare le vittime di truffe.
I gruppi della società civile hanno avvertito che la legislazione nel suo insieme potrebbe “erodere la capacità delle autorità di regolamentazione di agire nell’interesse pubblico e di catalizzare una corsa globale” di basso livello “in termini di standard sociali e ambientali”.

Fran Boait, amministratore delegato di Positive Money, un gruppo di campagna per la crisi finanziaria istituito sulla scia della crisi finanziaria, ha dichiarato: “I piani per costringere le autorità di regolamentazione a promuovere la ‘crescita internazionale e la competitività’ di Londra sono contraddittori. con tali sforzi per aumentare l’inclusione finanziaria, nonché il clima e gli obiettivi di “aumento” del governo.

“Concentrarsi sulla crescita e sulla “competitività” del settore finanziario è ciò che ci ha portato alla crisi finanziaria del 2008 e significherà che le autorità di regolamentazione daranno priorità ai profitti delle banche rispetto all’accesso pubblico ai servizi finanziari, nonché alla loro salute generale. all’economia”.

La mossa è stata acclamata dal settore dei servizi finanziari. UK Finance, l’organismo lobbista del settore, ha affermato che “offre l’opportunità di adattare il quadro normativo del Regno Unito e creare così un settore dei servizi finanziari più competitivo dopo la Brexit, sostenendo posti di lavoro el’intero Paese “.

About Click Romania 1882 Articles
PUBLICAȚIE BRITANICĂ-EUROPEANĂ PENTRU DIASPORA ROMÂNEASCĂ ZIAR ROMANESC , ROMÂNI IN UK, REGATUL UNIT, ANGLIA, LONDRA, MAREA BRITANIE

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.